San Vito lo Capo – Caribe Siciliano

Luce che ti avvolge e ancor di più ti abbaglia. Tre chilometri di spiaggia fine e bianchissima, delimitata ai lati da una costa che si alza e si frange in calette di ghiaia sassosa ed angoli romanticamente di roccia selvaggia. Il mare semplicemente a San Vito lo Capo resta protagonista dell’abitato con il  turchese tropicale delle sue acque cristalline, indescrivibilmente trasparenti (solo le foto riescono ad aiutarmi dove le parole non arrivano), caraibico scenario in terra siciliana; e la sabbia che dolcemente degrada verso il largo, passerelle in legno, torrette di avvistamento, con assistenti bagnanti che garantiscono una nuotata sicura.

Ombrelloni, sdraio e postazioni di docce assicurano un adeguato servizio e completo relax ai bagnanti. Non preoccuparti anche a te è concesso, senza costrizioni, normalmente di rilassarti con il tuo telo mare disteso sul soffice e caldo arenile.

San Vito lo Capo è ancora di più. Chiuso da due magnifiche riserve naturali “la Riserva dello Zingaro” ad est  e “la Riserva di Monte Cofano” ad ovest (promettiamo al più presto di dedicare ai due siti maggiori approfondimenti), la frazione di Macari, con la calette di sassi bianchi, un entroterra coltivato mirabilmente a vigneto ove l’altra frazione di Castelluzzo sprofonda negli uliveti e celeberrimo è il suoi olio, le isole Egadi, Erice e la stessa Trapani a poca distanza, oppure semplicemente rimanendo in paese nei momenti in cui non si gode delle delizie del mare e dei suoi fondali purissimi e ricchi di pesci, si può passeggiare lungo la via Savoia, strada pedonale e cuore commerciale e notturna della cittadina, magari deliziandovi con il dolce tipico di San Vito il “Caldo Freddo“:  fatto di una cialda imbevuta di maraschino alla base, un prima farcitura di panna, una parte consistente di gelato generalmente alla crema, quindi consigliamo nocciola e bacio oppure bacio e caffé o nocciola e cioccolato (si può anche osare un gusto alla frutta ma in tal caso ci togliamo ogni responsabilità). Sopra il gelato andrebbe un altro “tocco” di panna e per finire una bella “colata” di cioccolato fuso fondente, normalmente misto a delle noccioline sgranulate.

Al centro sorge l’affascinante Santuario di San Vito, realizzato intorno al Trecento come fortezza-alloggio e nei secoli trasformandosi fino allo stato attuale. Il Santuario centro di una grande devozione ha la fama dei miracoli che il Santo qui operava, varcando i confini della Sicilia, richiamando in ogni stagione numerosissimi pellegrini.

Ad attirare però, specialmente in settembre, migliaia di persone nella cittadina è la fede nel dio cibo che trova il suo più alto numero di adepti nelle giornate del “Cous Cous Fest”, rassegna internazionale di cultura ed enogastronomia del Mediterraneo. Una gara gastronomica internazionale di cous cous che impegna chef provenienti da 8 paesi: Costa d’Avorio, Francia, Israele, Italia, Marocco, Palestina, Senegal e Tunisia, che si affrontano proponendo il cous cous cucinato secondo la propria tradizione gastronomica, che però qui ricorda come questo angolo di Sicilia Occidentale affonda le sue radice in culture arabe ed orientali; il cuos cous visto come piatto della pace e simbolo di integrazione tra popoli e culture differenti. Infine, da segnalare, “Tempu ri capuna” un appuntamento autunnale per riscoprire storie e leggende legate alla pesca e al mare ed assaporare le delizie e i profumi del pesce azzurro.

Una rassegna interamente dedicata alla tradizione culinaria del pesce azzurro con incontri, convegni scientifici e spettacoli. Gioiello splendente e vanto di una Provincia, quella di Trapani, tutta da scoprire, San Vito Lo Capo è un antico borgo marinaro che conserva intatta la forte impronta araba e conquista oggi il turista con i suoi incantevoli scorci fusi ad una sapiente accoglienza per tutti coloro che si vogliono lasciare abbracciare da un lungo chilometro turchese che si tuffa nel mare.

Caldo-Freddo

Esplora quest'area in una mappa più grande
Vai alla Mappa generale della Sicilia

One Comments

  • Francesco

    21 gennaio 2012

    San Vito lo Capo è meravigliosa, consiglio a tutti di andarci in vacanza in estate per il mare ci sono tantissimi appartamenti in affitto o strutture alberghiere per qualsiasi tasca, in autunno e in inverno per praticare il free clymbing ci sono delle falesie con delle piste molto speciali.

Lascia una risposta